A Mestre, durante una partita tra ragazzi, un giocatore quattordicenne, pensando di mortificare l’arbitro donna, si é abbassato i pantaloncini.

L’ arbitro era Giulia Nicastro che subito é tornata ad arbitrare serena e dignitosa.

La stima di sé l’ha smarrita il ragazzino travolto dal maschilismo imperante.

Quel gesto squallido peserà sul giovane per tutta la vita

Beatrice Lento
Beatrice Lento

Laureata in Psicologia Clinica, Tropeana per nascita e vissuti, Milaniana convinta, ha diretto con passione, fino all'Agosto 2017, l’Istituto Superiore di Tropea. I suoi interessi prevalenti riguardano: psicodinamica, dimensione donna, giornalismo, intercultura, pari opportunità, disagio giovanile, cultura della legalità, bisogni educativi speciali.

Invia il messaggio