Category ArchiveEventi

Endometriosi?…parliamonene!

#giornatamondialendometriosi Il 28 Marzo ricordiamo le tante donne che patiscono questa malattia ancor oggi gravata da pregiudizi e atteggiamenti misogini che limitano i progressi nelle cure e nei provvedimenti di tutela.

Tante donne non dichiarano la loro sofferenza, la nascondono come fosse una colpa perché, di fatto, c’è il rischio di essere discriminate, di essere considerate donne a metà, di serie B…come se le sofferenze, che potrebbero ostacolarle, fossero il frutto delle loro fantasie, fragilità, incapacità, minorità: donne limitate che non hanno capito che la donna, per suo stesso “destino”, deve soffrire e abituarsi a farlo in silenzio.

L’inciviltà di questo distorto convincimento é lapalissiana ed intollerabile!

Oggi, 28 Marzo, Giornata Mondiale per la sensibilizzazione sull’Endometriosi, rinnoviamo il nostro impegno in questa battaglia di conoscenza e coscienza per un mondo migliore!

Fai luce sull’ENDOMETRIOSI

l prossimo 28 Marzo si celebrerà la giornata mondiale dedicata all’Endometriosi, patologia al femminile, cronica e invalidante, inserita nell’elenco dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza. Per l’occasione si realizzerá una marcia nelle vie principali della Capitale e, in contemporanea, in altri 22 stati d’Europa. Parallelamente si attuerà l’iniziativa “Fai luce sull’Endometriosi” promossa dall’ Endomarch Team Italy, che illuminerà di giallo importanti monumenti nelle città di tutto il mondo.
Anche Tropea risponde all’appello attraverso l’Associazione di Volontariato sos KORAI Onlus che, in accordo col Sindaco, Giovanni Macrì e col Rettore del Santuario di Santa Maria dell’Isola, Don Nicola De Luca, provvederà ad illuminare di giallo “L’Isola”, simbolo di Tropea, conosciuta per la sua straordinaria bellezza in tutto il mondo. Nella settimana dal 23 al 29 Marzo, il giallo, che invaderà il mitico Scoglio, si ripeterà su nastri annodati che saranno esibiti, in segno di condivisione d’impegno, da molte attività commerciali, in collaborazione con AssCom, l’Associazione tropeana dei commercianti presieduta da Mariantonietta Pugliese.
“ Già dallo scorso anno” dichiara Beatrice Lento, presidente dell’Associazione ”abbiamo varato il nostro progetto ‘ENDOMETRIOSI?… parliamone!’ realizzando varie attività tra cui un percorso di formazione ed una campagna di sensibilizzazione attraverso la Squadra Calcistica Dilettantistica Junior Tropea che gareggia, per tutto il campionato, con la maglia recante in petto lo slogan; aderire a quest’ulteriore iniziativa é stato per noi un atto dovuto in linea col nostro impegno a favore della donna. Su questa patologia sussistono ancor oggi tanti pregiudizi e atteggiamenti misogini che rallentano il progresso scientifico e culturale. Il nostro progetto proseguirà con un convegno, già in cantiere, che contiamo di realizzare il 5 Giugno col coinvolgimento di esperti di forte spessore ed esperienza.” L’iniziativa tropeana registra l’importante collaborazione di Margherita Iellamo, responsabile dell’Unione Nazionale Consumatori filone Sanitá Regione Calabria, nonché rappresentante, presso le istituzioni e i presidi sanitari, delle donne affette da endometriosi e dolore pelvico.
“Conoscere Margherita” continua la Lento “é stato determinante, la sua passione e la sua competenza ci consentiranno di andare avanti su questa problematica con un bagaglio enorme di esperienza che metteremo a frutto per sostenere tutte le donne, e sono tantissime, che pagano sulla propria pelle un’arretratezza, frutto della subcultura maschilista, che ha causato intollerabili ritardi, incomprensioni e tanta indifferenza. Negli ultimi tempi, comunque, grazie alle tante iniziative intraprese qualcosa é cambiato. La Legge Regionale n.15 del 2010, ratificata il 31 Luglio 2018 nel Consiglio Regionale della Calabria, per il riconoscimento della rilevanza sociale dell’endometriosi e l’istituzione del registro nazionale, é il segno di nuova sensibilità, ecco perché vale la pena continuare a lottare.”
Dal 23 al 29 Marzo Tropea si schiererà con le donne sofferenti di Endometriosi e attraverso la sua Isola, illuminata di giallo, chiederà attenzione e impegno per un benessere veramente condiviso.

In dirittura d’arrivo il Quaderno dell’8 Marzo 2020

In dirittura d’arrivo “CATERINA” , terzo Quaderno dell’ 8 Marzo dell’Associazione sos KORAI Onlus in partenariato con la Distilleria Caffo 
I Quaderni dell’8 Marzo sono una delle iniziative promosse, per la Giornata Internazionale Della Donna, da sos KORAI Onlus, Associazione di Volontariato  nata per contrastare la subcultura maschilista attraverso i processi educativi. Partner del progetto la Distilleria Caffo, che molto più di uno sponsor, é  il perfetto compagno di viaggio che  condivide appieno gli obiettivi di promozione della donna e di benessere civile e morale del nostro territorio.
Scopo del Quaderno  é quello di divulgare la conoscenza di figure di donne che si sono espresse nella città di Tropea, nel suo comprensorio e in tutta la Calabria, con qualche possibile eccezione riservata a figure femminili di particolare fascino. 
Quest’anno il tema entro cui collocare le storie  è “Donne che intrecciano fili”, creature femminili che, per scelta più o meno consapevole, o perché sospinte da accadimenti più grandi di loro, si sono dovute mettere in gioco, senza timore di aggiungere alle normali difficoltà dell’esistenza quelle derivanti dal contrapporsi alle convenzioni sociali e alla sfiducia verso le loro capacità, riuscendo a tessere straordinarie trame fatte di pragmatismo, accoglienza, ascolto, dialogo e cura.  
 Le 28, magnifiche Donne, che popolano il nostro terzo Quaderno, edito da Romano Editore, dal nome “Caterina”, straordinaria Madre a cui la pubblicazione é dedicata, hanno mille sfaccettature abilmente composte in unità dalla loro tenacia e dalla loro voglia di essere comunque protagoniste, quasi sempre  senza clamori,  ma con la forza dirompente della resilienza che le vede vincitrici nonostante i pregiudizi  che le vorrebbero tenere ai margini. 
Esprimo riconoscenza a tutte, e attraverso loro, a cui idealmente mi rivolgo, perché nella maggior parte dei casi non ci sono più, ringrazio i parenti e gli amici che mi hanno donato le loro emozionanti storie.
Grazie a Marianne, Caterina Iozzo, Isabella Figliano, Rosa Simonelli, Orsolina Mamone, Paola Caterina Misefari, Giuseppina Pugliese, Luisa, Nuzza, Franca, Petrizia, Maria, Gina Capua , Sahar, Giovanna Fratantonio, Itala Clotilde Del Vecchio, Giovanna Spanto, Anna Costanza Baldry, Tiziana Lombardo, Maria Teresa Grimaldi, Anna Maria Piccioni, Ciccina e Franca Purificato, Rosaria, Anna Cuturello, Costanza, Maria Giovanna Di Bella, Cecilia Faragò.
Un grazie affettuoso a Tanina Muscia per i suoi quattro splendidi ritratti, a Rosetta Bova, Antonio Libertino, Pasquale e Lucia Lorenzo che, con le loro illustrazioni, hanno dato intensità alla scrittura e a Monica e  Marta La Torre che hanno permesso di aggiungere alle immagini anche due acquarelli  della loro meravigliosa mamma, Anna  Maria Piccioni, pure Lei cittadina del meraviglioso  mondo del Quaderno.
Un grazie altrettanto emozionato  alla Madrina della pubblicazione, Delfina Caffo, che assieme a noi di sos KORAI vuole impegnarsi per garantire all’essere femminile un futuro migliore, alla Socia d’Onore, Luigia Lupidi Panarello, per avere poeticamente espresso in apertura “la consegna della tessitura” che le donne ricevono dall’origine e ad Anna Maria Miceli, insostituibile consigliera, che, assieme a me, é curatrice artistica dell’opera che sará ufficialmente presentata l’8 Marzo.
La differenza donna che diventa ricchezza rimane l’obiettivo primario della nostra
Associazione, il suo perseguimento  continua attraverso le varie attività associative che esprimono il nostro essere sempre e comunque con le donne per la libertà e i diritti.
 Anche se sembrerebbe superfluo parlare ancora di Parità di Genere, in realtà non lo é per niente, proprio quando pensiamo di aver raggiunto la meta gli eventi ci chiedono di non distrarci e di continuare a protestare e a lottare e noi rispondiamo protestando e lottando.  
La Presidente di sos KORAI 
Curatrice del Quaderno dell’8 Marzo 

Beatrice Lento

CATERINA Quaderno dell’8 Marzo 2020

#Distillandoessenzediumanitá

sos KORAI & Caffo

Cari Amiche e Amici FB, sono lieta di parteciparvi l’evento di celebrazione della Giornata Internazionale Della Donna che sos KORAI realizza assieme alla prestigiosa Distilleria Caffo in partenariato con LaboArt, trascorreremo un pomeriggio speciale grazie a CATERINA: terzo Quaderno dell’8 Marzo, straordinaria raccolta di storie di donne. Donne che intrecciano fili per tessere le trame preziose della vita. Saranno con noi l’Antropologo Vito Teti, il Duo Calypso di Lucia Quattrocchi e Caterina Timpano e gli attori Noemi Di Costa e Roberto Chiodo.

Non mancate, CATERINA vi aspetta, domenica 8 Marzo, ore 17,00, Museo Diocesano Tropea.

sos KORAI con Tropea Capitale della Cultura Italiana

Anche noi di sos KORAI Onlus sosteniamo la candidatura di Tropea a Capitale della Cultura Italiana 2022.

Con gli eventi da noi organizzati daremo il nostro piccolo contributo alla realizzazione di un grande sogno.

E non dimentichiamo che “Se si sogna da soli, è un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia

sos KORAI con Tropea Capitale della Cultura Italiana 2021

Anche noi di sos KORAI Onlus sosteniamo la candidatura di Tropea a Capitale della Cultura Italiana 2022.

Con gli eventi da noi organizzati daremo il nostro piccolo contributo alla realizzazione di un grande sogno.

E non dimentichiamo che “Se si sogna da soli, è un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia

Caro papà

Caro Papà, vorrei ringraziarti per prenderti cura di me, anche se non sono ancora nata.
So che ce la stai mettendo tutta, più di Superman, non lasci nemmeno che mamma mangi il sushi. Ma devo chiederti un favore.

Ti avviso: c’entrano i ragazzi.

Perché, sai, io nascerò ragazza, e questo significa che quando avrò 14 anni i ragazzi nella mia classe mi avranno già dato della zoccola, della stronza, della troia e tante altre cose. Ovviamente lo fanno giusto per divertirsi, è una cosa che i ragazzi fanno; tu ti preoccuperai e io lo capirò.
Forse avrai anche tu fatto la stessa cosa quando eri più giovane, nel vano tentativo di far buona impressione sugli atri ragazzi. Sono certa non cercassi di insinuare nulla. Tuttavia, alcune persone non capiranno la battuta.

Quando avrò 16 anni, quindi, un paio di ragazzi almeno proveranno a ficcare le mani sotto ai miei pantaloni quando io sarò così ubriaca da non riuscire nemmeno a stare in piedi. E sebbene io avrò detto loro di non farlo, loro rideranno, perché è divertente, no?
Se potessi vedermi così sbronza, ti vergogneresti.

Ci credo poi che verrò stuprata a 21 anni.
Ventunenne e sulla via di casa, in un taxi guidato dal figlio di uno di quei ragazzi con i quali tu facevi nuoto il mercoledì; quello stesso ragazzo che raccontava barzellette offensive, ma erano ovviamente solo storielle e quindi tu ridevi, come potevi sapere che quel suo figlio avrebbe poi abusato di me? Gli avresti detto di darsi un contegno, ma come avresti potuto saperlo? Alla fine era solo un ragazzino che raccontava barzellette e storielle strane, e poi alla fine non erano fatti tuoi, stava solo facendo il simpatico.
Ma suo figlio, cresciuto a suon di queste storielle, sì che diventerà affar mio.

E poi alla fine conoscerò l’uomo perfetto.
E tu papà sei così felice per me perché lui davvero mi adora, è intelligente e ha un lavoro fantastico, e durante l’inverno attraversa il paese tre volte alla settimana per andare a sciare, proprio come te papà.
Ma un giorno smetterà di essere il mio principe azzurro, e io non ne capirà il motivo.
Sto forse esagerando? Una cosa certa però è che non tendo a vittimizzarmi, non sono stata cresciuta così. Sono stata cresciuta per essere una donna forte e indipendente.
Ma una notte tutto diventa troppo per lui, per via del lavoro, dei parenti acquisiti, dei preparativi del matrimonio… e quindi mi dà della troia. Un po’ come te una volta avevi dato della troia a una ragazza alle medie. E poi mi colpisce.

E voglio dire, a volte mi comporto da stronza ed esagero, ma noi dopotutto siamo ancora la coppia migliore del mondo e io sono così confusa perché lo amo e lo odio e non sono sicura se io abbia fatto davvero qualcosa di sbagliato. E poi un giorno lui quasi mi uccide, e tutto diventa nero nonostante io abbia un dottorato, un lavoro fantastico e degli amici e una famiglia che a me ci tiene, e nonostante io sia stata bene e nessuno poteva aspettarsi una cosa simile.

Caro papà, questo è il favore che voglio chiederti.

Una cosa porta sempre a un’altra. Quindi fai in modo di fermarla prima che inizi.
Non lasciare che mio fratello definisca come troie le ragazze, perché non lo sono. E un giorno un ragazzino potrebbe pensare sia vero. Non accettare che ragazzini strani in piscina, o anche amici, raccontino storielle offensive, perché dietro a ogni barzelletta c’è sempre una verità.

Caro papà, so che mi proteggerai da leoni, tigri, pistole, macchine e persino il sushi senza nemmeno pensare ai pericoli che potrebbero intaccare la tua vita. Ma caro papà, io nascerò ragazza, per piacere fai qualsiasi cosa sia in tuo potere per far sì che questo non sia il pericolo più grande per me.

Care

Grazie alla Squadra Calcistica Dilettantistica Junior Tropea!

Oggi, nello Stadio del Sole, sos KORAI e SCD Junior Tropea per dire insieme

ENDOMETRIOSI?…parliamone!

I giovani calciatori sono scesi in campo indossando la nuova maglia con lo slogan di sensibilizzazione sull’Endometriosi, la porteranno per tutto il campionato.

Grazie al Mister Angelo Stumpo che da subito è stato vicino alla campagna di sensibilizzazione da noi promossa.

I giovani calciatori di Tropea per sensibilizzare sull’ENDOMETRIOSI

Venerdì prossimo, a Tropea, lo Stadio del Sole ospiterà la seconda partita del Campionato Allievi che vedrà in campo la S.C.D. Junior cittadina in lotta con la squadra del Capo Vaticano. 
I giovani calciatori Tropeani gareggeranno con la nuova maglia che porta in petto lo slogan “ENDOMETRIOSI? …parliamone!”.
La frase riprende il nome del progetto varato dall’Associazione di Volontariato sos KORAI Onlus, presieduto da Beatrice Lento, con lo scopo di promuovere la conoscenza di una patologia femminile sulla quale ancor oggi gravano preconcetti  e stereotipi lesivi della dignità della Persona. “Effettivamente” ci dice la presidente dell’associazione “quest’insidiosa sofferenza, esclusivo appannaggio della donna, é stata sottovalutata e disprezzata attribuendola a follia e all’intrinseca debolezza e incapacità femminili. Questo ha influenzato l’atteggiamento moderno causando ritardi nella diagnosi e cura e indifferenza al dolore delle pazienti. É per questa ragione che sos KORAI vuole fare la sua parte impegnandosi nell’ambito dell’educazione e della diffusione di conoscenza. La squadra giovanile ha risposto con immediatezza all’appello lanciato grazie anche alla sensibilità della presidente Maria Rocco, del vice presidente Natale Crai, del responsabile tecnico Angelo Stumpo e di tutto il direttivo, tra cui Domenico Russo, medico dei calciatori,  Mariano Grillo, segretario, Gesualdo Marinella, tesoriere, Gaetano Addolorato, componente del direttivo  e degli allenatori Nicola e Andrea Stumpo.”.
“Abbiamo accolto subito e senza perplessità l’invito a gareggiare  con lo slogan che propone di riflettere sull’Endometriosi” dichiara Angelo Stumpo, conosciuto e apprezzato da tutti come “ Il Mister” per il suo pluriennale impegno sportivo con i giovani “perché volevamo dimostrare come il calcio non sia maschilista ed anche una squadra fatta solo da uomini sia sensibile ai bisogni della donna. Personalmente ammiro molto il genere femminile e sono certo che sia molto più creativo di quello maschile. Siamo consapevoli dei pregiudizi contro la donna e vogliamo contribuire a stroncarli. Del resto lo scopo dell’associazione sportiva che rappresento è prettamente educativo e per noi il pallone é uno strumento completo ed efficace  di formazione.”.
La squadra tropeana é al suo secondo appuntamento e scende in campo nella sua città venerdì prossimo dopo la gara, della scorsa settimana a Fabrizia, che l’ha vista vincitrice con un 2 a 1 frutto di una bella e appassionante partita.
 Nello Stadio del Sole si  esibirà per la prima volta con la maglia bianca e la colorata frase che invita a conoscere l’ ENDOMETRIOSI, una patologia spesso sottovalutata, trascurata e incompresa che provoca tanto dolore alla donna, alla sua famiglia e alla comunità che si vede depauperata di importanti risorse ed energie femminili. 
“Parlare di questa insidiosa e invalidante malattia significa aprire tante finestre dietro cui si nasconde la sofferenza di  donne che cercano aiuto. Grazie alla giovane squadra di Tropea, che ha saputo cogliere un impegno di civiltà, da sos KORAI e da chi crede nel valore della solidarietà e del servizio.” (Beatrice Lento)
Firmato
La Presidente di sos KORAI Onlus 
Dott.ssa Beatrice Lento 

Il valore dell’essere femminile

Carissimi Socie e Soci di sos KORAI, ora che il Natale è vicino vengo a Voi con i miei auguri di bene. Il nostro cammino associativo raggiunge il suo terzo Natale con la consapevolezza di aver tenuto fede all’impegno preso. Abbiamo realizzato attività significative e tante altre porteremo a termine per avanzare sempre più verso la meta prescelta. Un traguardo di civiltà imperniato sul rispetto della Persona. Abbiamo in mente la tutela della donna perché ancor oggi la subcultura maschilista è forte ed è il genere femminile quello più a rischio di offese, mortificazioni e violenze. La donna è persona così come l’uomo che pure va protetto laddove e allorquando la sua dignità è minacciata. Sono felice che il nostro sodalizio includa anche uomini proprio per questo, proprio perché il nostro impegno va nella direzione della salvaguardia dei diritti umani che sono prerogativa di entrambi i generi. Il Natale del Signore porta con sè un grande messaggio d’amore per l’Umanità e di particolare stima per la Donna, scelta come madre dell’Eterno. Questo privilegio riscatta la mentalità misogina dei tempi di Gesù e induce a riflettere sul grande valore dell’essere femminile. La strada verso la Parità di Genere è ancora in salita e questo rende significativa e cogente l’opera di sos KORAI. Ora che il Bambino nasce sforziamoci di accantonare le incombenze sempre più pressanti che tendono ad assorbirci totalmente allontanandoci dalla riflessione e dal colloquio con noi stessi. La società di oggi è sempre più problematica e per essere vivibile è indispensabile dare un senso al nostro progetto esistenziale. Diamolo allora questo significato, che nobilita il nostro stare nel mondo, operando per il fine di pregnante valenza sociale che ci contraddistingue, solo così ci valorizzeremo come umanità. Il Bambinello ci addita l’importanza della Famiglia e della Comunità e noi onoriamola la sua indicazione e ci sentiremo felici. Che il Santo Natale dia gioia al nostro cuore e fiducia in un nuovo anno sereno e fruttuoso. Auguri carissime e carissimi Amici, che il Vostro cuore sia appagato da tutti i doni desiderati!

Con affetto e stima.

Tropea 18 dicembre 2019

La Presidente di sos KORAI

Beatrice Lento