Category ArchiveRiflessioni

Suor Plautilla

Dopo lungo e meticoloso restauro, seguito e sostenuto da Advancing Women artist, il sodalizio che recupera opere di donne, L’ultima Cena di Plautilla Nelli ritorna nella sua sfolgorante bellezza.

Plautilla era una suora, pittrice autodidatta, che dipingeva nel chiuso del suo Convento.

Ali Tate Cutler

É la prima modella taglia 50!

“Ci sono stati molti momenti in cui ho avuto tanti dubbi, certo. Ho messo in discussione il fatto di essere carina, sentivo la necessità di cambiare lavoro per proteggere la mia salute mentale a causa dell’enorme pressione alla quale ero sottoposta”

Certamente questo evento aiuterà molte donne a liberarsi da ogni imbarazzo legato al peso e a sentirsi sexy.

Ali Tate Cutler

É la prima modella taglia 50!

“Ci sono stati molti momenti in cui ho avuto tanti dubbi, certo. Ho messo in discussione il fatto di essere carina, sentivo la necessità di cambiare lavoro per proteggere la mia salute mentale a causa dell’enorme pressione alla quale ero sottoposta”

Certamente questo evento aiuterà molte donne a liberarsi da ogni imbarazzo legato al peso e a sentirsi sexy.

Stupro di gruppo

É un reato diverso da quello compiuto da un solo aggressore.

L’art 609 octies prevede condanne da 8 a 14 anni e il giudice può decidere se applicare aggravanti o attenuanti.

Tra le vittime le più colpite sono le ragazze dai 14 ai 17 anni: 50 ogni 100 mila denunciano uno stupro.

Nella fascia dai 18 ai 24 anni circa 40 ragazze ogni 100 della stessa età denunciano una violenza.

Perché non denunciano o lo fanno in ritardo?

Lo stupro é sempre devastante e quello di gruppo lo é particolarmente, spesso lo shock dura più a lungo, maggiore é la paralisi psichica, maggiore il terrore di incontrare i componenti del branco, maggiore la vergogna e il senso d’impotenza.

Il processo é sicuramente più doloroso e le vittime sono più esposte alla ” traumatizzazione secondaria”.

La battaglia legale in tutti gli stupri si gioca sul consenso della donna e spesso per portare acqua al mulino del mostro si tirano in ballo anche i social usando a proprio vantaggio eventuali immagini della vittima in atteggiamenti di serenità:” Guardate come sorride. Vi sembra così infelice.”

Raffaella Firpo

Ex insegnante di lettere lascia tutto e si dedica all’agricoltura biologica, sceglie Capriglio, un paesino del Monferrato.

” Quando arrivai ero guardata di traverso perché ero cittadina e perché piantavo fiori in mezzo alle piante di pomodoro. Il Fiore era il tagete e serviva a tener lontani i parassiti”

A Capriglio, ascoltando gli anziani, scopre un ortaggio: un peperone piccolo come una mela a forma di cuore, dolce e con proprietà organolettiche speciali ma poco appetibile per il grande commercio e quindi destinato al l’estinzione.

Lei recupera i semi e lo coltiva.

Oggi il peperone di Capriglio é pregiatissimo.

Brava Raffaella!

Ursula, la capitana d’Europa

Ursula von der Leyen é arrivata dove nessuna donna prima aveva mai messo piede.

É Lei la Presidente della Commissione Europea, bellezza nordica un pó démodé dallo sguardo fulminante.

Respira politica in famiglia, a 28 anni si sposa e mette al mondo sette figli, é per molti versi progressista, sicuramente una donna forte, tenace e determinata.

Tropea a Ottobre é rosa

Lo Scoglio dell’ Isola si illumina di rosa perché Tropea aderisce alla campagna di prevenzione del tumore alla mammella.

E tu, Donna, ricorda che al primo posto si colloca uno stile di vita sano!

Le regole di salute sono semplici, seguile anche tu: smetti di fumare, se vuoi bere alcolici fallo con moderazione senza mai superare un bicchiere al giorno, non nutrirti di grassi e zuccheri, scegli per la tua dieta frutta, verdura, cereali integrali, fai sport tutti i giorni, non ingrassare e stai attenta alla pancetta che rappresenta il grasso più pericoloso. Esegui regolari controlli senologici e, soprattutto, fai di tutto per ridurre e, possibilmente, eliminare fattori di stress.

Agitu Idea Gudeta

Ha 40 anni e racconta la valle dei Mocheni, in Trentino, dove alleva le sue capre con gioia.

La sua é una storia di forza e fatica, costretta a fuggire dalla sua terra, l’ Etiopia, nel 2010, per aver denunciato le pratiche di esproprio delle terre e di ipersfruttamento delle risorse idriche a vantaggio delle monocolture da esportazione, Agitu si rifugia in Italia sperando di realizzare il sogno di vivere in armonia con la natura.

” In Etiopia avevo lavorato con i pastori nomadi ed ho pensato di valorizzare una razza di capra autoctona, la Mochena, e nel contempo un territorio che stava per essere divorato dal bosco. Ho iniziato con 15 capi, oggi la mia azienda ne ha 180 e ha recuperato diversi ettari di terreno portandolo a pascolo incontaminato

Il mondo nel piatto

Lo chef Viviana Varese, 45 anni, é diventata famosa per il suo staff che all’ inizio era interamente al femminile e negli ultimi anni si é arricchito di rifugiati e talenti di ogni provenienza.

Il suo ristorante si chiama Viva dalle iniziali del suo nome e raccoglie pietanze da tutto il mondo che lei contamina con la cucina tipica della sua Salerno.

Viviana é un imprenditrice super impegnata:” …come qualsiasi donna in carriera. Dormo otto ore per notte, perché il riposo é fondamentale, e ho 50 collaboratori meravigliosi, facciamo squadra: é questo il mio segreto.”

In Viva c’è solo pescato di stagione, la frutta e la verdura arrivano da un orto biologico e la plastica é stata drasticamente ridotta.

Alice Pasquini

Si chiama Alice Pasquini e dipinge le donne sui muri, le dipinge così come sono e con la sua arte da strada é finita sulla Treccani, l’ enciclopedia più blasonata

Mi piace!

“ Molte Street Artist usano pseudonimi io non ho rinunciato al mio nome(…) sui manifesti o sui grandi schermi la donna é proposta solo in due modi: come madre o come oggetto del desiderio maschile. Io, invece, con i miei graffiti ho portato sui muri le donne normali, né stereotipi né donna-oggetto. E le ho dipinge in luoghi marginali, spesso degradati, periferici, con l’intento di portare la bellezza laddove non c’era”